It | En
Effige Silvio Pellico.

Novità

Tableau de Mariage che parla di te

Elegante, a tema e capace di stupire… Non un cartellone segnaposti


Avevamo già parlato dei Tableau de Mariage e sicuramente anche tu sai cosa sono.


Ma perché si fanno e come è possibile renderli particolari? Spesso nella scelta dei tavoli, in un momento caldo e a ridosso delle nozze, ci si dimentica la finalità principale: garantire la piacevolezza della conversazione a tavola, non solo indicare agli ospiti dove accomodarsi. 

Per effettuare la scelta più adatta ad accogliere e accontentare tutti i commensali, bisogna partire dal considerare il numero di ospiti presenti al matrimonio.



A questo punto ti consigliamo di fare uno schema cercando di disporre i tuoi ospiti, mettendoli a proprio agio e favorendo la comunicazione e le amicizie. Per cui, nei limiti del possibile, devi tener presente anche situazioni particolari come coppie divorziate, problemi familiari o incompatibilità caratteriali, nonché l’età dei commensali.

I bambini, con il consenso dei genitori, ad esempio andrebbero preferibilmente sistemati tutti insieme e seguiti da personale dedicato all'intrattenimento e ai loro bisogni.

 




Con queste premesse, potrai iniziare a pensare al Tableau vero e proprio. Per fare in modo però che non sia un semplice cartellone, come quello dove vengono riportati le partenze e gli arrivi in stazione o all'aeroporto, devi assolutamente fare in modo che parli di te.



Al Castello dei Solaro dopo aver ascoltato i nostri sposi, proponiamo sempre delle soluzioni personalizzate che diano un tocco più al matrimonio e lo caratterizzino. Ma per fare in modo che il tableau non sia semplicemente bello, ma sia l’apice di tutto il tema del matrimonio, bisogna parlarne insieme. E’ importante concepirlo a tuo gusto, prendendo ispirazione dalle tendenze in voga, ma mai copiando integralmente le proposte già realizzate da altri… Le idee verranno durante il nostro incontro, dopo aver accolto le tue proposte e averti proposto come è possibile realizzarle insieme.

Ci vediamo al Castello?
Castello dei Solaro
Il Blog

Scroll to Top